Indice del forum ღ Lє Fαяfαℓℓє dι Eℓιѕα ღ
RegistratiCercaFAQLista utentiGruppiLog in
Brutte notizie sul mondo del farfalle

 
Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum » ►Primavera! Prepariamo il Giardino◄ Precedente
Successivo
Brutte notizie sul mondo del farfalle
Autore Messaggio
Ads






Ads

Lun Dic 18, 2017 11:00 am
Elisa320i
Amministratrice
Amministratrice


Registrato: 10/02/11 20:10
Messaggi: 728

Messaggio Brutte notizie sul mondo del farfalle Rispondi citando
ciao amici,
quest'anno ci sono stati molti problemi per le nostre farfalle, in particolare per i nostri cari macaoni, io ne ho avute pochissime solo 8 e la 9 è chiusa in crisalide da diversi mesi; erborista1 ha avuto un macaone nato senza occhi e senza antenne; alfredo invece ha avuto molti macaoni con zampe atrofizzate; mentre altri piccoli allevatori mi hanno scritto via e-mail per problemi di malformazioni ali o ali in parte mancati oppure troppo piccole, altri ancora hanno avuto problemi con i bruchi che diventavano neri o si liquefacevano a meta' tra una muta e l'altra, non sono certo mancati invece bruchi attaccati da vespe, che quest'anno sembrano essere aumentate, oppure uova o crisalidi attaccate dai moscerini...inoltre purtroppo in alcune zone diventa sempre piu' raro veder volare qualsiasi tipo di farfalla, l'ho notato da prima nel mio giardino che e' pieno di fiori, si vedevano farfalle singole oppure in una giornata non ne vedevo nemmeno una...questo si e' verifiato anche in montagna dove in genere facendo passeggiate si ha quasi paura di calpestarle...
ho spiegato queste malformazioni come conseguenza dell'inquinamento, dei veleni e delle radiazioni...e queste sparizioni di massa sono forse la conseguenza dalla carenza di pioggia, perche' in alcune zone come da me non ha piovuto per piu' di 3 mesi, avevo piovuto il 20 maggio ed ha ripreso con pioggie sostanziose ma non abbondanti dal 30 agosto fino ad ora...inoltre l'estate torrida ha superato piu' volte i 30°C ed e' stato in quel momento che sono venute a mancare le farfalle in giardino...



L'ultima modifica di Elisa320i il Dom Set 02, 2012 11:31 am, modificato 1 volta
Dom Set 02, 2012 10:52 am Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Elisa320i
Amministratrice
Amministratrice


Registrato: 10/02/11 20:10
Messaggi: 728

Messaggio Rispondi citando
ieri ho visto sul giornale un articolo sulle farfalle, ve lo incollo qui sotto

CORRIERE DELLE SERA del 1 Settembre 2012 ha scritto:

Farfalle a rischio estinzione
Un campanello d'allarme per l'ambiente

Concimi, incendi e inquinamento alterano gli habitat

Il professor Jonathan Baillie, responsabile per la conservazione della Zoological Society of London, ha in questi giorni reso noti i risultati di quello che si ritiene essere il più approfondito studio sullo stato di salute degli invertebrati del nostro pianeta, e la situazione risulta essere allarmante. Occorre innanzitutto tener presente che il 97% delle specie animali appartiene agli invertebrati. Che sono, per capirci, soprattutto vermi, molluschi, ragni, crostacei, insetti, ricci e stelle di mare e così via.

La terra è insomma abitata, al di là d'un 3% circa di vertebrati, da un'infinità di specie tra loro diversissime e ciascuna ricoprente un suo ruolo preciso, ciascuna rappresentando un elemento fondamentale all'interno d'una o più reti alimentari che sono alla base degli equilibri degli ecosistemi naturali. Non è difficile, se appena ci si addentra in quest'intrico di interrelazioni, rendersi conto di come gli invertebrati rappresentino un elemento insostituibile per l'equilibrio biologico globale. Ebbene, a causa degli interventi che alterano molte aree del pianeta (concimi, monocolture, parcellizzazione degli habitat, urbanizzazione, disboscamento, incendi, dissesto idrogeologico, cambiamenti climatici, insetticidi, diserbanti, inquinamenti ecc.) la fauna degli invertebrati si va riducendo sempre più e rischia, per un impressionante numero di specie, di scomparire.

È pertanto fondamentale percepire che noi esseri umani siamo in realtà ospiti di un mondo popolato soprattutto invertebrati, che tra l'altro fecondano l'80% delle piante coltivate e che controllano la gran parte delle popolazioni di insetti che potrebbero recare danno alle colture agrarie, forestali o alla salute pubblica.
Entrando maggiormente nello specifico per quanto concerne lo stato degli invertebrati in Inghilterra, ma lo stesso vale per il nostro Paese e per l'Europa tutta, palese è soprattutto la diminuzione delle farfalle.

Alle osservazioni degli entomologi, certo meglio documentate, si accompagnano quelle della gente comune, perché le farfalle sono fauna cospicua e bella, e fa a tutti dispiacere il non rinnovarsi del consueto appuntamento primaverile-estivo: il disordinato, vago svolazzare su fiori e cespugli di questi leggiadri insetti. E perciò sono anni che anche la gente comune nota il calo numerico che ora gli specialisti hanno saputo con precisione quantizzare. Non è comunque solo un fatto di bellezza. Anzi, come ora lo studio della Zoological Society sottolinea, il problema non riguarda solo le farfalle. È ben più serio e generale ma forse chissà, può essere che proprio attraverso lo speciale fascino che dalle farfalle emana sia possibile sensibilizzare la pubblica opinione su una questione di degrado ambientale che per tante vie ci coinvolge. Che deve, pertanto, essere conosciuta.

È del resto noto che certi animali per noi umani «valgono» più di altri. Ben lo sanno i protezionisti che è più facile fare una campagna a favore di leoni, delfini e primati che non di certi animaletti ai più sconosciuti ma che ugualmente risultano essenziali per gli equilibri generali della vita e per il benessere della nostra stessa specie.

Danilo Mainardi

Dom Set 02, 2012 10:59 am Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Elisa320i
Amministratrice
Amministratrice


Registrato: 10/02/11 20:10
Messaggi: 728

Messaggio Rispondi citando
dopo aver letto l'articolo ho cercato "farfalle" su google news ed ho trovato questo articolo...

CORRIERE DELLE SERA del 14 Agosto 2012 ha scritto:

L'ESPERIMENTO PUBBLICATO SU «SCIENTIFIC REPORTS»

Dopo Fukushima, le farfalle non hanno più le ali

I risultati dello studio di un'équipe giapponese sulle Zizeeria: anomalie genetiche e fisiologiche dopo le radiazioni

Dall'alto, la farfalla Zizeeria prima e dopo Fukushima (Ansa)← x foto visualizzare articolo orginale
MILANO - Prima le ali erano grandi, tonde e ampie. Ora sembrano accartocciate. Come se qualcuno le avesse rinchiuse in un pugno. Un pugno radioattivo che di generazione in generazione fa crescere i casi di malformazioni genetiche. Vittime accertate, per ora, sono le farfalle. Quelle che vivevano a poca distanza dalla centrale nucleare di Fukushima Dai-Ichi, teatro dell'incidente avvenuto il 12 marzo 2011.

LO STUDIO - L'esperimento è stato realizzato da alcuni studiosi giapponesi che hanno scoperto come le radiazioni subite dalle farfalle catturate nell'area vicino alla centrale abbiano causato loro danni fisiologici e genetici. Le Zizeeria maha blu, molto comuni in Giappone, hanno avuto malformazioni sulle ali, sugli occhi, sulle zampe, sulle antenne. Non solo. Le anomalie aumentano di generazione in generazione. «Nel maggio 2011 - scrivono gli studiosi giapponesi autori dell'esperimento poi
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

- abbiamo raccolto 144 esemplari, maschi e femmine, nelle aree colpite dalle radiazioni: a prima vista sembravano tutte normali, ma su alcune Zizeeria già si notavano alcune lievi anomalie».

La Licenide blu conle ali deformate (Ansa)← x foto visualizzare articolo orginale
ATTRAVERSO LE GENERAZIONI - I «difetti» aumentano nella seconda generazione: il 18 per cento delle farfalle blu nate da quelle del maggio 2011 (che nel marzo, all'epoca dell'esplosione nucleare erano appena delle larve) ha malformazioni simili ma più evidenti, spiega Joji Otaki, studioso all'Università Ryukyu di Okinawa. La percentuale sale al 34% per la terza generazione. Sei mesi dopo il disastro, un nuovo lotto di esemplari viene portato in laboratorio: le anomalie questa volta sono nel 52% dei casi. Questo significa, dicono gli studiosi, che «le radiazioni hanno danneggiato i geni delle farfalle».

«SERVE PRECAUZIONE» - Ma gli scienziati frenano e sottolineano come questi risultati vadano presi con precauzione e che gli effetti analizzati al momento possano essere rilevati solo sulle Zizeeria. Ma c'è da dire che le farfalle in genere sono considerate degli utili indicatori ambientali. E in particolare le Zizeeria, che fanno parte della famiglia dei Licenidi e che a causa delle loro ali colorate sono più sensibili ai cambiamenti ambientali.

Claudia Voltattorni


l'articolo originale lo trovate a questo indirizzo →
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



x visualizzare l'esperimento della rivista online Scientific Reports, vi riporto anche qui il collegamento →

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


ma ATTENZIONE potrebbero esserci immagini poco piacevoli, quindi vi consiglio di attivare il tasto di blocco immagine (x firefox in alto a dx, x internet explorer non so) come ho fatto io se vi disturba vedere farfalle malformi, purtroppo l'articolo e' in inglese...

Dom Set 02, 2012 11:21 am Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Elisa320i
Amministratrice
Amministratrice


Registrato: 10/02/11 20:10
Messaggi: 728

Messaggio Rispondi citando
non e' detto che le nostre abbiano subito radiazioni, ci sono altri inquinanti che posso dare gli stessi risultati...

potete commentare ed aggiungere articoli simili qui sotto, anche solo incollandomi il link della pagina dove e' contenuto l'articolo, ci pensero' io al resto...

Grazie dell'attenzione!
baci, Eli♥

Dom Set 02, 2012 11:30 am Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
erborista1
Allevatore
Allevatore


Registrato: 24/06/11 10:05
Messaggi: 353

Messaggio Rispondi citando
Very Happy Ciao Elisa,ho cercato di scoprire quest'anomalia,soprattutto per capire perchè molte farfalle si sono bloccate subito prima della nascita(molte infatti delle mie farfalle non sono riuscite a sfondare il guscio della crisalide che le teneva chiuse,quando si vedevano le ali in trasparenza).Attibuisco tutto questo al caldo torrido che le ha disidratate poco prima dell'impupamento.L'emolinfa che serviva loro per uscire,probabilmente era scarsa e non c'era abbastanza pressione per farle uscire.Invece quelle impupate prima del caldo,non hanno avuto problemi(pensa che mi è nata una farfalla in agosto che era impupata dall'anno precedente!!!).Queste sono le mie considerazioni.A presto Very Happy

Lun Set 03, 2012 11:16 am Profilo Invia messaggio privato HomePage
Alfredo
Allevatore
Allevatore


Registrato: 25/05/11 19:42
Messaggi: 110
Residenza: Toscana

Messaggio Rispondi citando
Purtroppo non possiamo far altro che confermare... quest'anno c'è stato effettivamente un aumento di 'fatti strani' rispetto all'anno scorso. Oltre ai numerosi problemi alle zampe ci sono capitati quattro casi di farfalle che hanno spurgato il loro liquido all'interno della crisalide prima di uscirne, nascendo poi in pessime condizioni; inoltre ci sono stati troppi bruchi morti in circostanza strane, anche da molto piccoli, o da più grandi appunto svuotati a metà. E' stata una stagione strana è vero, ma di contro volevamo segnalare le più di 90 farfalle macaoni e vanesse nate da noi, senza contare i bruchetti che non abbiamo potuto accudire in cattività causa vacanze; e soprattutto un fantastico posto, di cui non ricordo il nome, dove una domenica passando con la macchina abbiamo dovuto procedere a passo d'uomo dalle centinaia di farfalle che continuavano ad attraversarci la strada. Un vero paradiso! Insomma speriamo che questi siano stati solo casi isolati e soprattutto passeggeri. Noi intanto continuiamo a spargere semi di finocchio e piantare fiori ovunque...

Mar Set 04, 2012 8:02 pm Profilo Invia messaggio privato
Elisa320i
Amministratrice
Amministratrice


Registrato: 10/02/11 20:10
Messaggi: 728

Messaggio Rispondi citando
ciao amici,
grazie per aver lasciato un vostro commento, i problemi vanno a zone...sono qui per darvi una bella notizia, il 15.09 e' nata l'ultima farfalla con 3 mesi di ritardo, e' sana e bellissima, ma la piu' bella notizia e' che stamattina ho trovato due bruchi di macaone sepolti tra le piante di finocchio che stanno crescendo a dismisura, per ora stanno bene^_^

Lun Set 17, 2012 5:57 pm Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Mostra prima i messaggi di:    
Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum » ►Primavera! Prepariamo il Giardino◄ Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a: 
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e


Le immagini pubblicitarie presenti in questo forum non sono di mia proprietà, talvolta possono risultare offensive e volgari.

Creative Commons License

Le Farfalle di Elisa - Forum 2011-2012-2013-2014 ©©Elisa320i Licenza Creative Commons


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Design by Freestyle XL / Music Lyrics.phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
TOP

Page generation time: 3.278